Per chi non lo sapesse la deframmentazione è un’operazione di analisi dei dati memorizzati nel disco rigido (hard-disk) o nelle memorie di massa quali le pen-drive e il successivo riordino dei files rendendoli contigui, perché sono stati memorizzati in aree diverse del disco dal sistema operativo.
Dopo la deframmentazione l’accesso ai files è più veloce, perché disposti con un criterio più ordinato rispetto al precedente, quindi questa operazione bisogna farla ogni tanto, tipo una volta al mese.
Ora passiamo all’atto pratico….
Posizionati sulla memoria di massa o disco rigid, clicca col dx e vai in proprietà – strumenti – esegui Defrag.
Ovviamente ci vuole un pò di tempo per ultimare l’operazione che è in funzione alla capienza dell disco in questione, in sostanza più è grosso il disco e più perde tempo….
Col seguente comando si aggiunge nel menù contestuale la voce Deframmenta:
Start – Esegui – scrivi regedit e poi invio.
Ora segui il percorso sottostante…..
  • [ HKEY_CLASSES_ROOTDrive ];
  • fai clic col tasto destro del mouse su shell;
  • nuovo;
  • chiave;
  • nomina Deframmenta;
  • fai clic col tasto destro del mouse su Deframmenta;
  • nuovo;
  • chiave;
  • nome Command;
  • apri Command;
  • a destra apri Predefinito;
  • in dati valore;
  • digita [copia/incolla] ” defrag.exe %1 -f -v “;
  • ok.
Chiudi tutto…..
Tutto quello che sta sopra si può benissimo sostituire con questo trucchetto, impartendo il comando direttamente in automatico e creando quindi un file di registro (*.reg) per cui apri il blocco note e scrivi:
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_CLASSES_ROOTDriveshellDeframmentaCommand]
@=”defrag.exe %1 -f -v”
Salvalo con nome aggiungendo l’estensione .reg faccio un esempio:
Deframmenta.reg
Adesso basta cliccare sul file appena creato ed in automatico si aggiunge la voce nel menù contestuale.
Vota...